Cerca per codice opera

L'appartamento del Papa

L'appartamento si sviluppa in stanze successive che portano il visitatore sempre più all'interno degli usi e dei costumi del tempo. Dall'iniziale stanza con mobilia formale di epoca settecentesca, dove sono custoditi una serie di archibugi di varie epoche e di varie fatture, si passa alle stanze della quadreria e dei salotti di ricevimento. Lo stile ricercato degli arredi è volutamente pensato per stupire l'ospite della casa e ricordargli il prestigio della famiglia nobiliare Rospigliosi.

 

 

Tappezzerie, tende, drappeggi, affreschi e bellissimi soffitti sono la cornice perfetta entro la quale si dischiude agli occhi del visitatore la sontuosa stanza del letto a baldacchino, dove si vuole che abbia dormito Papa Clemente IX di passaggio dalla città di Pistoia. Attigua alla stanza da letto è la cappellina privata e le altre stanze di servizio nelle quali è possibile apprezzare il gusto dell'epoca.

Le stanze private terminano in altri salotti arredati in modo formale e nell'ultima sala da pranzo, ove è possibile ammirare gli affreschi con motivi vegetali ed animali, sovrastanti un pavimento in parquet dell'epoca. E' curioso notare le varie porticine segrete dalle quali la servitù poteva passare in modo silenzioso per non disturbare i padroni della casa.


© 2019 DIOCESI DI PISTOIA. TUTTI I DIRITTI RISERVATI